#MWC17 – Il ritorno di Nokia: la storia ed il futuro.. torna il 3310

Dopo aver parlato della storia dell’azienda.. Nokia inizia ad anticipare i nuovi prodotti che immetterà sul mercato. Dalle camere 360, agli smartwatch.. fino agli smartphone.


L’azienda inizia con anticipare la propria serie di smartwatch. Non ne parla moltissimo.. ma anticipa una durata della batteria di 25giorni.. e comunque usciranno questa estate. L’azienda specifica che questo sarà l’inizio di una nuova era per Nokia.. e che non permetteranno a chiunque di utilizzare il loro marchio.. guarderanno con attenzione i partner con cui collaborare. Che con questa affermazione Nokia si stia riferendo a Microsoft?

Nokia utilizzerà una personalizzazione Android semplice e veloce, ma sicura allo stesso tempo.

Nokia 6

Il primo smartphone che viene presentato dall’azienda. Display FullHD da 5.5″ con tecnologia IPS e vetro Gorilla Glass. Il processore in dotazione è il Qualcomm Snapdragon 430. 3GB di RAM e 32GB di memoria interna sono la dotazione standard per questo dispositivo ma.. la versione Arte Black (l’edizione “speciale”) sarà dotata di 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. La fotocamera principale è da 16 megapixel con flash led dual tone ed apertura focale f/2.0 mentre quella frontale è da 8 megapixel. La batteria, non removibile, è da 3.000mAh. Dimensioni: 154.0 x 75.8 x 7.85mm. Questo, come i successivi, è disponibile sia in singleSim che in DualSim. Prezzo di lancio di 299 euro.

Nokia 5

Il secondo smartphone presentato. Più compatto del precedente.. Il display è un IPS HD da 5.2″ protetto da Gorilla Glass. Il processore che accompagna questo dispositivo è un Qualcomm Snapdragon 430. Memoria RAM da 2GB mentre la memoria interna è di 16GB. Per quanto riguarda il comparto fotografico: l’obiettivo principale è da 13 megapixel con apertura focale f/2.0 e flash led dual tone, mentre l’obiettivo frontale è da 8 megapixel. La batteria è da 3000mAh non removibile ed il sistema a bordo è Android 7.1.1 Nougat. Le dimensioni: 149.7 x 72.5 x 8.05mm. Verrà distribuito sia in singleSim che in DualSim. Prezzo di lancio di 229 euro.

Nokia 3

Per chi vuole spendere ancora meno. Il telefono ha un display IPS HD da 5″ protetto da Gorilla Glass. Il processore è un mediatek MTK6737 Quad-Core da 1.3Ghz. Memoria RAM da 2GB e memoria interna da 16GB. Fotocamera posteriore, e frontale, entrambe da 8megapixel. La batteria è da 2650mAh ed il sistema operativo è Android 7.0 Nougat. Le dimensioni: 143.4 x 71.4 x 8.48mm. Il dispositivo sarà disponibile sia in versione singleSim che in DualSim e 139 euro è il prezo di lancio.

Nokia 3310

Stranamente il più atteso… Viene presentato con il gioco che ha fatto la storia: Snake. Non somiglia tantissimo al vero 3310, ma è come un ritorno al passato.. insieme a Snake e Nokia Tune. Non si tratta di uno smartphone, ma di un telefono “all’antica”. Non è presente Android ma un sistema proprietario chiamato Nokia Series 30+ sviluppato da MediaTek (non ha nulla a che vedere con le vecchie interfacce Symbian). Il display è a colori da 2.4″ con risoluzione QVGA (davvero bassa.. ma vintage). Connettività 2G e bluetooth 3.0 (sicuramente da utilizzare soltanto per le cuffie). Fotocamera posteriore da 2 megapixel con flashLED e supporto alla microSD fino a 32GB. Le dimensioni sono di 115.6 x 51.0 x 12.8mm su un peso di 79.6g compreso di batteria. Per la ricarica vi è un ingresso microUSB, accompagnato da un jack audio standard da 3.5mm. La scocca è interamente in policarbonato. La cosa più interessante di questo telefono è proprio ciò che lo ha fatto ricordare.. la durata della batteria. Infatti Nokia dichiara una durata di 25 giorni in stand-by, e 22 ore circa di chiamate. I tasti sono retroilluminati… ma riprenderete l’abitudine all’utilizzo del caro e vecchio T9. I colori disponibili saranno giallo, rosso, blu scuro e grigio… un pò per ricordare il 3310 originario.. Il prezzo di lancio è di soli 49 euro, che risulta allettante per coloro che non vogliono avvicinarsi al mondo degli smartphone, o ai collezionisti. Verrà commercializzato nel secondo trimestre dell’anno.. non resta quindi che attendere… e vedere quanto sarà resistente!