Recensione: Xiaomi Mi Band 1S (Pulse)

miband

Se state cercando un fitness tracker di grande qualità ma, allo stesso tempo, con un bassissimo costo.. allora questo è proprio quello che state cercando. Costa poco più di 10 euro, e non ha rivali in questa fascia di prezzo.


Introduzione

Da grande amante della tecnologia, ma grande sedentario (purtroppo), avevo comunque tanta voglia di testare un fitness trackers per capirne l’utilità.. o quanto meno per immedesimarmi in coloro che lo utilizzano, e capirne la tecnologia che ci sta dietro.

Acquistato circa un anno fa con una grande offerta, a circa 15 euro, questo piccoletto non ha mai perso un colpo.

Non vi nascondo che lo sto recensendo adesso in quanto è stato acquistato dalla mia fidanzata, che adesso è passata a qualcosa di più affidabile (e che presto le ruberò per una recensione). Ha sopportato lei, le sue numerose docce e la sua noncuranza della batteria residua.

Dopo un anno di utilizzo, questo bracciale è ancora in perfette condizioni. Batteria che dura sempre quasi un mese, e nessun cedimento da parte dell’impermeabilità.. neanche i connettori risultano minimamente ossidati a causa dell’acqua.

miband_smontato

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni e peso: (dell’olivetta) 13.6mm x 9.9mm x 37mm
  • Batteria: 45mAh polimeri di litio
  • Certificazioni: Impermeabilità IP67
  • Bluetooth: 4.0
  • Sensore di frequenza cardiaca ottico
  • Sensore gravitazionale di gravità militare ADI

Il peso è praticamente impercettibile sul vostro polso, in quanto anche con tutto il cinturino in dotazione non cambierà di molto.

Xiaomi, sulla pagina ufficiale del prodotto comunica che la durata della batteria è di circa 10 giorni. In realtà utilizzo questo prodotto da mesi, e la durata della batteria è sempre stata superiore ai 24 giorni in media.

La certificazione IP67 garantisce che questo dispositivo è resistente alla polvere, ed a immersioni in acqua fino a 1 metro di profondità per un massimo di 30 minuti. In parole povere, ci ho fatto innumerevoli docce senza mai danneggiarne i componenti.

Il sensore di frequenza cardiaca è abbastanza preciso. L’unica nota negativa, giustificabile dal prezzo di questo prodotto è che, nonostante stiamo parlando di un fitness tracker, non ha il rilevamento continuo. O meglio, viene attivato soltanto nel momento in cui andremo a settare l’inizio di un’attività sportiva dall’applicazione Mi Fit.

Il sensore di gravità militare non è altro che un accelerometro, ed è quello che permette di analizzare il vostro movimento.. specialmente durante l’analisi del “sonno”.

Ok, tutto bello e interessante. Ma come funziona, vi starete chiedendo?

Confrontando i suoi dati con quelli del mio Gear S2, devo dire che questo è un filo più preciso.. sia nel conteggiare i passi, i chilometri e la frequenza cardiaca. Ovviamente non stiamo li a confrontare la differenza di passi, o dei vari dati, con un orologio.

Ciò, per due differenti motivi:

  1. Uno smartwatch non sarà mai un ottimo fitness tracker. E’ nato soltanto per essere un orologio smart, e non si possono fare paragoni.
  2. Stiamo pur sempre parlando di un fitness tracker che costa meno di 15 euro.

(Vi prometto che userò la mia fidanzata come cavia, per testare contemporaneamente questo bracciale, con uno che verrà recensito presto.. e ne faremo un confronto tecnico)

Interfaccia

Questo dispositivo è compatibile con Android e iOS. Vi avverto però, che l’applicazione su iOS è molto meno supportata e gli aggiornamenti vi arriveranno dopo mesi rispetto all’arrivo su Andoid. Attraverso l’applicazione potrete settare le notifiche (“notifiche?” vi starete chiedendo. Tranquilli, si tratta solo di un feedback di vibrazione): Chiamate, Messaggi, Sveglie e Avvisi MiBand ( statistiche sull’attività giornaliera e sul sonno). Inoltre, ma questa è una funzionalità presente solo su Android, potrete collegare l’applicazione a WeChat e Google Fit.

Una “divertente” funzione è quella che vi permetterà di sapere, con una vibrazione (ma anche sul cellulare con notifica), la presenza di altre persone che stanno utilizzando il Mi Band.

Sulla pagina principale troviamo le classiche informazioni:

  • Passi: in primo piano, con chilometri percorsi e calorie bruciate
  • Sonno: con i dati grafici dell’ultima dormita
  • Peso: registrato da voi in varie date
  • Frequenza cardiaca: da voi registrata, se non avete effettuato attività sportive
  • Raggiungimento degli obiettivi giornalieri: se da voi impostati

Le attività sportive selezionabili sono soltanto due: Running e Treadmill, e durante queste attività il dispositivo vi avvertirà quando la vostra frequenza cardiaca sarà troppo alta.

Infine, sempre sulla stessa pagina, trovate in alto a destra un icona “Profilo” che vi indicherà nuovamente gli stessi dati circa i passi del giorno, la vostra foto profilo, e la possibilità di condividere quei dati sui diversi social.

Conclusione

Avrete capito benissimo che non è per niente il fitness tracker perfetto. Non rileva automaticamente il battito, se non durante DUE attività proposte. Interfaccia tradotta non benissimo, poco funzionale.. e ancora peggio su iOS. Ovviamente non potrà mai reggere il confronto con un Fitbit o con un Garmin (in realtà verrà pubblicato un confronto “ironico”).. Ma, a questo prezzo? Questo potrebbe semplicemente essere l’opportunità per togliervi lo sfizio di avere e provare un bracciale smart. Specialmente per chi cammina tanto, o va a correre ogni tanto per rilassarsi.